venerdì 16 marzo 2012

BLOG DI CIPIRI: ITALIA : benzina 2 euro al litro

ITALIA : benzina 2 euro al litro




 ITALIA : benzina  2 euro al litro

Ormai il prezzo della benzina si avvicina ai 2 euro. La gente si chiede perché; c’è qualche motivo reale dietro questo aumento?
La risposta, come per quasi tutti i salassi imposti alla popolazione negli ultimi anni, è un “No” deciso.
Il prezzo del barile è in aumento – anche se ancora lontano...
continua a leggere ...
BLOG DI CIPIRI: ITALIA : benzina 2 euro al litro:  ITALIA : benzina  2 euro al litro Ormai il prezzo della benzina si avvicina ai 2 euro. La gente si chiede perché; c’è qualche motiv...

.
. -

.
. .

IMAGOMUNDI: il gatto nero porta fortuna


,
.
IMAGOMUNDI: il gatto nero porta fortuna:  - La diceria che il gatto nero porti sfortuna ha origine nel Medioevo quando essi in genere erano considerati i diabolici compagni d...

.
.
 . . -

giovedì 15 marzo 2012

Caparezza



 Sono agnostico.
 Non so se Dio esiste, non so cosa ci sia dopo la morte. Ma trovo l’ateismo consolatorio. Più della fede. L’idea che esista un’altra dimensione, di essere osservato da qualcosa che non riesco a vedere, mi fa paura.
 Caparezza


. .

.
.
 . .

  . Eroe (Storia Di Luigi Delle Bicocche) .

VEDI ANKE

http://cipiri12.blogspot.it/2011/03/caparezza-su-silvio-legalizzo-me-e-non.html




. Get cash from your website. Sign up as affiliate .












domenica 4 marzo 2012

Lucio Dalla "L'anno che verrà"

 

 L'Anno Che Verrà


 Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po'
e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò.
Da quando sei partito c'è una grossa novità,
l'anno vecchio è finito ormai
ma qualcosa ancora qui non va.

Si esce poco la sera compreso quando è festa
e c'è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra,
e si sta senza parlare per intere settimane,
e a quelli che hanno niente da dire
del tempo ne rimane.

Ma la televisione ha detto che il nuovo anno
porterà una trasformazione
e tutti quanti stiamo già aspettando
sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno,
ogni Cristo scenderà dalla croce
anche gli uccelli faranno ritorno.

Ci sarà da mangiare e luce tutto l'anno,
anche i muti potranno parlare
mentre i sordi già lo fanno.

E si farà l'amore ognuno come gli va,
anche i preti potranno sposarsi
ma soltanto a una certa età,
e senza grandi disturbi qualcuno sparirà,
saranno forse i troppo furbi
e i cretini di ogni età.

Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico
e come sono contento
di essere qui in questo momento,
vedi, vedi, vedi, vedi,
vedi caro amico cosa si deve inventare
per poterci ridere sopra,
per continuare a sperare.

E se quest'anno poi passasse in un istante,
vedi amico mio
come diventa importante
che in questo istante ci sia anch'io.

L'anno che sta arrivando tra un anno passerà
io mi sto preparando è questa la novità.

-

.
. .

 Lucio Dalla  "L'anno che verrà" - live

 .


 Vecchioni racconta L'ANNO CHE VERRA' 

Che Tempo Che Fa 03 03 2012


 Molto bello, certamente... peccato la solita autocensura , 
guarda caso, gli unici versi che parlavano di sesso e religione:

 "E si farà l'amore ognuno come gli va, anche i preti potranno sposarsi ma soltanto a una certa età"... 

 -
 Gay.it - Il mancato coming out di un artista
La smentita della sua omosesusalità già nel 1979. 

La relazione con Ron mai confermata. 
La difesa di Samuele Bersani e infine l'adesione all'Opus Dei. La storia di un cantante morto eterosessuale.

Commenta su Facebook

Gay.it - Il mancato coming out di un artista"Dalla non ha avuto il coraggio del Coming out anche se lo sapevano tutti. Ma ha fatto una bellissima canzone gaya come Ciao a te!". Il giorno della morte del cantante bolognese, il responsabile diritti civili e associazionismo dell'IdV, Franco Grillini, suo concittadino, fa riemergere con questo tweet uno dei rumor più diffusi del mondo gay. Il brano è "dedicato a un tranviere bolognese e a suo figlio 'finocchio'", spiega ancora Grillini sul suo profilo Facebook. Ma nessuno è mai riuscito a fargli dire "sono gay", né arriverà mai la conferma della relazione col cantante Ron, forse per la sua incrollabile fede che lo portò ad aderire alle posizioni dell'Opus Dei per contrastare "ogni forma di ateismo e di secolarismo", come ebbe modo di dichiarare.

Gay.it - Il mancato coming out di un artistaGià nel 1979 la rivista Lambda, il giornale del movimento di liberazione omosessuale italiano fondato nel 1977 che nel 1981 si chiamerà Babilonia, provò a scoperchiare il vaso. Pietro Savarino che lo intervistò gli chiese senza mezzi termini: "Non ritieni che una tua eventuale dichiarazione di omosessualità darebbe un grosso contributo a che finalmente tale area assumesse una posizione precisa e politica sulla tematica gay?". Risposta: "No! A parte che non è proprio così. Non mi interessa parlartene perché dovremmo stare per giorni interi, ma poi mi sembra così poco informativo, poco divulgativo, e poi credo proprio che non ve ne sia bisogno nel caso fosse vero. Io sostengo, invece, da tempo, che sul piano dell'ortodossia dei propri sentimenti, della propria sessualità, che ognuno deve comportarsi sempre correttamente secondo quella che è la sua organizzazione mentale, la sua organizzazione sociale, ma da qui a fare delle dichiarazioni di voto mi sembra ridicolo… Non appartengo a nessuna sfera sessuale..."

Gay.it - Il mancato coming out di un artistaTrent'anni dopo, nel, 2009 torna a parlare della sessualità di Dalla un suo grande amico, Samuele Bersani. Dalle pagine di Vanity Fair disse: "Non ho mai visto Lucio mano nella mano con un uomo e non so che cosa faccia in privato: sono affari suoi. Vero è che, all'inizio della mia carriera mi ha fatto fare un disco in cambio di niente. E che oggi sono orgoglioso di essere suo amico. Lucio per me è un maestro, e mi dispiace che si dicano queste stronzate da parrucchiere".

Infine il "coccodrillo" del TG La7, di oggi. Un addio forse scritto di fretta per la morte arrivata inaspettata che lo ricorda come "omosessuale che non nascondeva di esserlo". Un errore del giornalista che suona come una beffa per chi, come Lucio Dalla ha tentato tutta la vita - e ci è riuscito - di morire eterosessuale.

http://www.gay.tv/attualita/

-
  Lucio Dalla non amava le grandi manifestazioni, ma alla festa per il suo 69esimo compleanno si sono presentati in 70mila. Tutti in San Petronio non ci sarebbero stati, quindi Piazza Maggiore, quella “Piazza Grande” che tanto ha cantato e fatto cantare, per un’ora e mezza si è trasformata ieri pomeriggio in una grande chiesa. I bolognesi hanno applaudito e detto addio al cantautore stroncato da un infarto giovedì scorso durante il tour in Svizzera. “Buon compleanno Lucio. “Oggi c’è un po’ più gente di quando festeggiavamo con tua mamma in piazza Cavour. Oggi hai tutta Bologna” così ha iniziato l’omelia p. Bernardo Boschi, domenicano, confessore e amico di Dalla.
In chiesa si sono presentati, tra gli altri, i suoi “colleghi”: Renato Zero,  Cesare Cremonini, Alessandro Haber, Samuele Bersani, Roberto Vecchioni, Gianni Morandi, Renzo Arbore, Jovanotti, i Pooh, Nek, Ornella Vanoni, Eros Ramazzotti e Luca Carboni. Sono tornati anche Luca Cordero di Motnezemolo e Pierferdinando Casini, oltre al presidente della Regione Vasco Errani e al sindaco Virginio Merola che si è detto disponibile, già da domani, a discutere e a collaborare per la realizzazione di una Fondazione in memoria del “Lupo” bolognese.
Ma ieri è stata la giornata degli amici più stretti. E per Marco Alemanno, il giovane attore, compagno di Lucio, in particolare, che ha letto “Le Rondini” e ha pronunciato uno straziante messaggio. “Avevo solo dieci anni, ogni mattina prima di andare a scuola anche io sognavo di poter entrare dentro i fili di una radio e volare sopra i tetti delle città e con la polvere dei sogni, volare volare al fresco delle stelle anche più in là proprio come cantava quel signore nel disco che aveva comprato papà. E chi lo sapeva che dopo qualche anno avrei incontrato per caso lo stesso signore che si era inconsapevolmente insinuato nel mio immaginario ancora infantile eppure già manomesso dalla forza educativa dei suoi versi”, ha detto Marco.

-

. .  

Con la compostezza, il dolore e la legittimità di un vedovo, il giovane Marco Alemanno ha reso pubblico omaggio al suo uomo e maestro Lucio Dalla in San Petronio, dopo l'eucaristia, se non rompendo almeno scheggiando il monolito di ipocrisia che grava, nell'ufficialità cattolica, sul "disordine etico" nelle sue varie forme, l'omosessualità sopra ogni altra.

-

. .


Lucia Annunziata: la puntata di In Mezz'Ora su Lucio Dalla gay


.

. 


Ucciso da un infarto in una tourneè a Montreaux, in Svizzera. Fra tre giorni avrebbe compiuto 69 anni. Il mondo della musica sotto schok. Centinaia di messaggi commossi su twitter e facebook.

 Per il Tg di La 7
 Lucio Dalla era un omosessuale che non nascondeva di esserelo. 

Ci siamo persi il coming out di Lucio Dalla?


EREDITA': AL CONVIVENTE NULLA

http://cipiri.blogspot.it/2012/06/lucio-dalla-eredita-marco-alemanno.html

Una statua per Lucio Dalla




Una statua a Bologna

 per ricordare 

Lucio Dalla

RACCOLTA FIRME

http://cipiri17.blogspot.it/2012/03/una-statua-per-lucio-dalla.html
 ..
. -

.
. .


-

venerdì 2 marzo 2012

Fratelli di TAV




Fratelli di TAV
7 months ago

.
Fratelli di TAV from fratelli di TAV on Vimeo.
.  Effetti collaterali del "treno ad alta velocità" (documentario, colore, 2008).

-
Una video-inchiesta sull'impatto della TAV lungo la penisola italiana. Lo scenario che si dipana analizzando l'impatto che questa "Grande Opera" esercita sui territori che attraversa - in termini ambientali, sociali ed economico/finanziari - è sorprendente.
Altrettanto sorprendenti ed esemplari le proteste delle popolazioni che quell'impatto, inevitabilmente, subiscono. "Fratelli di Tav" combina il racconto di queste lotte ad una spinosa inchiesta sui rapporti tra criminalità organizzata, imprese e corruzione politica - rapporti anch'essi ad "Alta Velocità" - intercorsi nella realizzazione della Tav.
Un'analisi scomoda che svela quali inquietanti dettagli siano sepolti tra cemento e binari sotto ogni tratto della ferrovia che, lentamente ed a costi esorbitanti, viene portato a termine.

Un documentario di Manolo Luppichini e Claudio Metallo
info: fratelliditav.noblogs.org/

leggi anke

http://cipiri.blogspot.com/2012/03/no-tav-falcone-e-borsellino-uccisi-per.html

http://cipiri.blogspot.com/2012/03/tav-appalti-miliardari.html

http://cipiri.blogspot.com/2012/03/ndrangheta-e-la-tav-in-val-di-susa.html

http://cipiri.blogspot.com/2012/02/no-tav.html

-




  .
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi

Elenco blog AMICI

WAEZE & Miky Lowryder